Sign In

agropoli web

La Certosa di San Lorenzo è detta di Padula per la sua vicinanza all´omonimo paese, essa si trova alle pendici dei monti della Maddalena, nel Vallo di Diano, in provincia di Salerno.
Essa è uno dei monasteri più grandi nel mondo e tra quelli di maggior interesse in Europa per importanza architettonica.

La fama della Certosa di San Lorenzo era legata alla grandiosità della costruzione (ben 51.500 metri quadrati).

La Certosa fu fondata nel 1306 da Tommaso S. Severino, che donò subito la sua costruzione all´ordine certosino. Le sue origini risalgono quindi al 300, nel corso dei secoli vi furono però ulteriori lavori, nel´500 la trasformazione del Chiostro grande e l´arricchimento dei sacri arredi; nel´700 la costruzione della passeggiata coperta e del grandioso scalone barocco. Essa conserva tuttavia la struttura tipica delle certose.

Ispirata nell´impianto compositivo alla graticola su cui fu martirizzato San Lorenzo, la Certosa è organizzata secondo lo schema canonico imposto da San Brunone.

Essa si articola nella domus inferior e nella domus alta zone rispettivamente riservate ai servizi e alla sussistenza e ai padri certosini. Nella parte alta alloggiavano i padri certosini che vi conducevano una vita intimamente religiosa ed ascetica; nella parte bassa stavano i conversi che avevano il compito di curare i rapporti con le comunità dei territori circostanti, di amministrare i beni dell´ordine.

La Chiesa - Coro dei Conversi
La Chiesa – Coro dei Conversi

La Certosa quindi era una grande azienda in cui i certosini organizzavano la produzione agricola e tutte le attività artigianali ad essa connesse, mentre i monaci di clausura producevano e commissionavano arte e cultura.

La visita alla Certosa è l´occasione per vivere ed immergersi per un paio d´ore nella vita che conducevano i frati benedettini e ammirare sia gli ambienti di culto e di contemplazione quali il chiostro, la libreria con il suo meraviglioso pavimento in ceramica di Vietri, la chiesa con gli altari in scagliola dalle raffinate decorazioni policrome con inserti in madreperla, le celle dei monaci, per rendersi conto di qual era la loro vita di studio e meditazione, il frutteto di clausura; ma anche la grande cucina, le cantine con le enormi botti di vino, le lavanderie.

Inoltre, all´interno della stessa vi è un cimitero antico con una cappella in cui si trova la tomba cinquecentesca del fondatore della Certosa, Tommaso il Sanseverino.

Posizione

Recensioni Google

4,5
5.900 recensioni
  • Sydbar Sydbar
    Sydbar Sydbar
    una settimana fa

    La Certosa di San Lorenzo conosciuta anche come la Certosa di Padula, località in cui è ubicata. Una struttura immensa, piena di ambienti esterni ed interni, meravigliosi affreschi e bellissime sculture, ammirevoli i giardini ed i chiostri, da visitare anche le celle dei monaci. All'interno c'è anche un interessante museo di storia cilentana. Consiglio di prendere il biglietto per visitare l'intera struttura visitabile con le audio guide che sono molto esaustive. Da visitare assolutamente

  • Nicola Mastroianni

    Posto bellissimo. Storico, religioso e culturale. Buona l'idea delle audio guide. Museo con molti reperti. Andrebbe pubblicizzato e gestito con maggiore attenzione per incrementare le visite. È una grande risorsa storico-culturale per l'area. Merita sicuramente una visita.

  • Nino Pardi
    Nino Pardi
    2 settimane fa

    Una struttura grande e molto bella. L'unica peccato che alcune parti non sono accessibili e da l'impressione che manchi poco per essere ancor più valorizzata. Personalmente l'ho visitata almeno venti anni fa e i locali affrescati sopra il chiostro erano accessibili. Naturalmente da visitare!!!

  • Roberto VILLANI
    Roberto VILLANI
    2 mesi fa

    Bella struttura monastica di straordinarie dimensioni. È patrimonio dell'UNESCO, ben conservato e custodisce elementi architettonici preziosi (es. scala elicoidale). La visita comprende anche un museo archeologico interessante. Noi non abbiamo trovato un servizio guide e abbiamo fatto ricorso al sistema di audio guida ... non molto funzionale. Merita una visita!

  • Martina Serra
    Martina Serra
    nell'ultima settimana

    Abbiamo visitato la Certosa durante la prima domenica del mese con ingresso gratuito e non c’era fila nè folla. L’ingresso di norma costa 8€ e vale assolutamente la visita. Noi, come consigliano molte altre recensioni, abbiamo fatto una visita guidata al costo di 10€ per una durata di 2h molto intense. Visita interessantissima e immersiva grazie alla guida che ci ha spiegato dettagliatamente ogni cosa. All’interno della Certosa potrete ammirare: altari con le raffinate decorazioni policrome in scagliola e inserti in madreperla, affreschi del XVI – XVIII secolo, pavimenti a maioliche settecentesche, cori lignei intagliati e intarsiati del primo 500, immensi giardini e raffinate opere architettoniche come la scala elicoidale e infine quella Vanvitelliana.

Aggiungi Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio
Qualità/Prezzo
Posizione
Pulizia

Ora È Chiuso

Orari Di Apertura

  • Lunedì 09:00 - 19:00
  • MartedìChiuso
  • Mercoledì 09:00 - 19:00
  • Giovedì 09:00 - 19:00
  • Venerdì 09:00 - 19:00
  • Sabato 09:00 - 19:00
  • Domenica 09:00 - 19:00

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Iscriviti su Agropoli Web Compila il Form qui sotto, verrai ricontattato il prima possibile

Grazie!

La richiesta è stata inserita correttamente, ti risponderemo il più presto possibile!

Seguici sui nostri social!

Piattaforma di gestione del consenso di Real Cookie Banner